Risotto al Fatulì della Val Saviore e Mele

Cercare e scoprire prelibatezze poco conosciute è sempre un piacere ed è stato così per il Fatulì, un formaggio storico, antico, realizzato nella Val Saviore, una valle laterale della Val Camonica. Un prodotto realizzato solo da pochi casari con il latte, esclusivamente crudo, di una capra autoctona di questa zona, la capra bionda dell’Adamello.

A Roma è quasi impossibile trovarlo ma grazie alla collaborazione con l’Azienda Agricola San Faustino lo abbiamo fatto arrivare nella Capitale per utilizzarlo nella realizzazione di questo gustoso piatto che potrete ritrovare nel menu dell’agriturismo dell’azienda San Faustino a Ceto a pochi chilometri dalla Val Saviore in provincia di Brescia.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr di riso carnaroli
  • 200 gr di Fatulì della Val Saviore
  • 50 gr di burro
  • 2 mele a pasta croccante
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • mezza cipolla bianca
  • 500 ml di brodo di verdura
  • Pepe
  • Sale

 

Pela le mele e tagliale a tocchetti, spruzzale di limone per non farle annerire.

Crea un trito con le cipolle e grattugia il fatulì.

Rosola le cipolle e le mele in 50 grammi di burro, quindi aggiungi il riso e fallo tostare quindi sfumalo con il vino bianco e prosegui la cottura aggiungendo poco alla volta il brodo, regola di sale e di pepe e porta il riso ad una cottura al dente.

Infine a fiamma spenta manteca con il burro e il fatulì grattugiato.

Servi subito.

 

Vino consigliato: Pinot Grigio igt – Cantina Manuelina